Trapani e la sua Provincia - Salemi, Gibellina e Selinunte

hotel san vito lo capo
trapani hoteltrapani hotel
hotelservizi hotel villazina trapanitrapani e come raggiungerciprezzi hotel trapani e san vito lo capolast minute trapanisala banchetti e ricevimenti trapanicentro benessere trapani
--> Home / Dove Siamo / Provincia di Trapani

Salemi - Gibellina - Selinunte


Salemi.
Situata nel cuore della valle del Belice, ultimamente spesso nominata grazie anche all’attuale sindaco Vittorio Sgarbi, è città medievale di importante rilievo urbanistico e si raccoglie intorno al castello dal cui terrazzo merlato della torre circolare è possibile scorgere un vastissimo panorama sulla Sicilia occidentale fino al mare. Da questo castello, il 14 maggio 1860, tre giorni dopo lo sbarco a Marsala, Giuseppe Garibaldi lanciò il famoso proclama con cui assumeva il titolo di dittatore della Sicilia in nome di Vittorio Emanuele II, re d’Italia.

Selinunte.
Parco archeologico, vicino Castelvetrano, il suo complesso si divide in quattro zone: l’acropoli, la città antica, i templi orientali e il santuario della Malophoros. La città antica solo recentemente è stata oggetto di campagne di scavi che hanno messo in luce una strada e i resti di varie case. Dopo la distruzione del 409 a.C. buona parte dell’abitato, dovette essere usata come necropoli. L’Acropoli, con la cinta muraria e i vari templi dedicati ad Afrodite, Apollo, Empedocle, Casore e Polluce. I poco appariscenti ma molto importanti resti dell’antico santuario della Malophoros, dedicato a Demetra, composto da un piccolo altare, dal grande altare per i sacrifici e dal tempio. I templi orientali, circondati da un unico recinto, sono i più imponenti di Selinunte e danno idea della ricchezza r importanza che l’abitato greco ebbe nel VI sec. a.C., dedicati a Zeus, ad athena e ad Hera.

Gibellina.
Paese simbolo della tragedia del Belice, distrutto dal dal terremoto nella notte fra il 14 e il 15 gennaio 1968, Gibellina è stata ricostruita 18 km più in là dalle macerie dell’antico centro d’origine medievale. Le rovine sono state coperte da una colata di cemento, detta cretto di Burri, dal nome dell’artista che l’ha realizzata. La nuova Gibellina è stata edificata con il contributo  di noti architetti italiani mentre numerosi artisti hanno realizzato opere scultoree con materiali di vario genere, per le strade e le piazze della città. Il suo simbolo è una grande stella di Pietro Consagra.

 

Approfondimenti sulla PROVINCIA DI TRAPANI

-> Informazioni turistiche Trapani
-> Erice
-> San Vito lo Capo
-> Alcamo e Segesta
-> Il Culto di Maria SS. di Custonaci
-> Castellammare del Golfo e Marsala

Balio di Erice  
  
  
  
Arrivo Notti: Adulti: Bambini 4/12 anni:
Cognome *
Nome *
Email: *
Telefono *
Nazione *
Richieste
Accetto l'informativa Iscrivimi alla Newsletter